2.AMBIENTE

Piemonte più sostenibile

Ambientalismo, inquinamento, cura degli ecosistemi. Cosa bisogna fare, nel concreto, per ridurre il nostro impatto ambientale e favorire la transizione verso un’economia circolare?

APPROFONDISCI TEMA

REPORT TAVOLI

Uno dei principali filoni emersi trasversalmente riguarda la sensibilizzazione. Interessante vedere come la sensibilizzazione sia un tema ambivalente. Sensibilizzazione del cittadino in senso classico, a inserirsi in un’ottica di spostamento da un modello di vita di economia lineare a uno circolare, ma anche sensibilizzazione delle Istituzioni ad adottare e vivere secondo pratiche, norme e processi che possano rendere non solo preferibile ma conveniente l’essere sostenibili.

Partendo dunque dalla trasversalità del tema, si vede come la sostenibilità avvolga letteralmente l’intera filiera socioeconomica del territorio.

Difatti, i principali campi di azione individuati partono da una tessitura normativa: politiche, agevolazioni, disincentivi, enti e norme che le Istituzioni possono e devono mettere in campo.
L’Istituzione viene vista come non solo un mero sorvegliante ma

come un vero e proprio promotore della cultura della sostenibilità.

Procedendo lungo la vita quotidiana, si incontra il livello dello scambio coi cittadini: scambio di idee, di opinioni, di buone pratiche. Parallelamente, si auspica una valorizzazione del ruole della ricerca, ricerca sul campo che deve essere agevolata. Trattandosi di ambiente, le scienze dei materiali, l’agritech e l’innovazione possono giocare un ruolo fondamentale e non ci si può permettere che le pastoie burocratiche penalizzino realtà che possono ottenere grandi risultati in tempi relativamente ristretti.

Nella parte terminale della filiera si incontrano temi quotidiani: trasporti, e prodotti. Il Piemonte ha la fortuna di avere una ricchezza e predisposizione uniche dal punto di vista territoriale. Integrare possibilità e necessità, creando un circolo virtuoso tra domanda e offerta di servizi pubblici sostenibili e capacità produttive bio è a portata di mano.

SONDAGGI

“Per il Piemonte una transizione verso un’economia circolare non è solo giusta ma anche un’opportunità di sviluppo economico”.

In una scala da 1 a 5 quanto sei d’accordo con questa affermazione? (1: totale disaccordo, 5: completamente d’accordo)

2,6%

2,2%

7,0%

21,9%

66,3%

1

2

3

4

5

“Il Piemonte è all’avanguardia in Italia per quanto riguarda la transizione verso un’economia sostenibile”.

In una scala da 1 a 5 quanto sei d’accordo con questa affermazione? (1: totale disaccordo, 5: completamente d’accordo)

17,8%

34,5%

39,7%

6,3%

1,7%

1

2

3

4

5

“La lotta al cambiamento climatico e alle sue conseguenze dovrebbe essere una priorità della Regione Piemonte, anche a scapito della crescita economica, se necessario”.

In una scala da 1 a 5 quanto sei d’accordo con questa affermazione? (1: totale disaccordo, 5: completamente d’accordo)

3,4%

5,7%

20,2%

23,9%

46,8%

1

2

3

4

5

“Vivo in un ambiente salubre dal punto di vista ambientale”.

In una scala da 1 a 5 quanto sei d’accordo con questa affermazione? (1: totale disaccordo, 5: completamente d’accordo)

33,2%

27,8%

22,2%

13,3%

3,5%

1

2

3

4

5

Il documento con tutti i risultati della discussione è disponibile.